Al fine di migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito utilizza i cookie di profilazione di terze parti. Chiudendo questo banner o accedendo ad un qualunque elemento sottostante acconsenti all’uso dei cookie.

Diritto ed Impresa

Avviso posti aggiuntivi con borsa (XXXVI Ciclo) a valere su fondi Piano Stralcio R&I 2015-2017 

*******************************************************************************************************************

L’obiettivo formativo del Dottorato è quello di offrire un percorso di studio avanzato che coniughi profili teorici e pratici delle problematiche giuridiche e regolatorie che interessano il mercato e l’impresa, secondo una prospettiva nazionale, comunitaria, internazionale e comparata ed imperniato sia sull’analisi dei modelli teorici di riferimento che sulla risoluzione di casi pratici.

Il dottorato riveste carattere interdisciplinare ed interessa le seguenti aree scientifico-disciplinari: IUS/01 (diritto privato), IUS/02 (diritto privato comparato), IUS/04 (diritto commerciale), IUS/05 (diritto dell’economia), IUS/07 (diritto del lavoro), IUS/08 (diritto costituzionale), IUS/09 (istituzioni di diritto pubblico), IUS/10 (diritto amministrativo), IUS/12 (diritto tributario), IUS/13 (diritto internazionale), IUS/14 (diritto dell’Unione europea), IUS/15 (diritto processuale civile), IUS/16 (diritto processuale penale), IUS/17 (diritto penale), IUS/20 (filosofia del diritto), IUS/21 (diritto pubblico comparato).

Il Dottorato, anche nell’ottica di soddisfare la domanda di figure professionali altamente qualificate, si propone il raggiungimento, da parte dei dottorandi, di un apprezzabile livello di autonomia scientifica e di ricerca, corredata da adeguate capacità critiche e di analisi. I dottorandi, dunque, dovranno essere in grado di indagare ed approfondire in maniera interdisciplinare i temi di ricerca, teorici ed empirici, oggetto del Dottorato.

MODALITA’ DI AMMISSIONE

Le procedure di ammissione sono intese ad accertare la preparazione del candidato e la sua attitudine alla ricerca scientifica, nonché la sua attinenza alle tematiche di ricerca del Dottorato.

L'ammissione si valuta, in particolare, in base:

  • ai titoli e agli ulteriori elementi rilevanti indicati nel curriculum vitae;
  • al progetto di ricerca presentato anche in relazione ai curricula oggetto del dottorato; per il XXXVI ciclo, il progetto dovrà avere ad oggetto un argomento riferibile al più ampio tema “Mercato”;
  • alle eventuali pubblicazioni;
  • al sostenimento di una prova scritta*, cui sono ammessi coloro che avranno superato la valutazione del curriculum vitae e del progetto di ricerca secondo i criteri indicati dal bando. Nella prova scritta, il candidato può scegliere tra sei diversi temi, indipendentemente dal progetto di ricerca presentato: in particolare, per ciascuno dei tre profili curriculari vengono individuati due gruppi di materie e per ciascun gruppo di materie viene estratto un tema tra tre indicati dalla Commissione nell'ambito di determinate tematiche. La prova scritta può essere svolta anche in lingua inglese dai cittadini non italiani o dai cittadini italiani residenti all'estero, i quali dovranno tuttavia dimostrare, nella prova orale, una conoscenza adeguata della lingua italiana;
  • al sostenimento di una prova orale relativa al progetto di ricerca presentato e a temi ed argomenti ad esso riferibili. Il candidato dovrà inoltre dimostrare la buona conoscenza della lingua inglese.

* N.B. I candidati al posto riservato ai residenti all’estero e con titolo di accesso al Dottorato conseguito all’estero sono esentati dal sostentimento della prova scritta